I cittadini, indipendentemente dall’età, che abbiano una menomazione fisica, psichica o sensoriale, stabilizzata o progressiva che sia causa di difficoltà di apprendimento, di relazione o di integrazione lavorativa tale da determinare un processo di svantaggio sociale o di emarginazione, possono ottenere dei benefici a condizione che abbiano ottenuto il riconoscimento dell’invalidità civile e/o della situazione di handicap.

A decorrere dall’1.1.2010 le domande per il riconoscimento dello stato di invalidità civile, cecità civile, sordità civile, handicap e disabilità, complete della certificazione medica attestante la natura delle infermità invalidanti, sono presentate all’INPS esclusivamente per via telematica. Per INFO: www.inps.it o contact center INPS 803164

Il riconoscimento delle disabilità civili

Il riconoscimento dell’invalidità civile, permette di accedere ad alcune facilitazioni:

Il riconoscimento di handicap grave permette di usufruire di:

L’accertamento della disabilità per il collocamento al lavoro

L’inserimento delle persone disabili nel mondo del lavoro segue criteri di valorizzazione delle abilità della persona: Legge 68/99

Sono interessate le persone con minorazioni fisiche, psichiche o sensoriali e portatori di handicap intellettivo con una riduzione della capacità lavorativa superiore al 45%; gli invalidi del lavoro, con una minorazione superiore al 33% (accertata dall’Inail), le persone non vedenti, i sordomuti, gli invalidi per causa di servizio. Esse devono iscriversi nell’apposita graduatoria tenuta dalle Province (Centri per l’impiego, Sezione Disabili).

I Servizi Territoriali

L'assistenza domiciliare

Per gli utenti permanentemente o temporaneamente impossibilitati a muoversi, l’assistenza sanitaria può essere effettuata a domicilio o presso residenze protette, secondo un piano assistenziale definito dai Centri di Assistenza Domiciliare (CAD) della ASL, fondato sul concorso del medico di medicina generale, degli specialisti e degli altri operatori sanitari e sociali.

L’intervento dei CAD è attivato su segnalazione del caso da parte dei servizi socio – sanitari o su richiesta della famiglia del malato. Il medico di base trasmette la proposta motivata di assistenza al CAD, che ne coordina.

L'assistenza protesica

Per ottenere i Presidi e gli Ausili elencati nel Nomenclatore Tariffario (ausili per l’incontinenza, carrozzine, scarpe ortopediche etc.) il cittadino che ha una invalidità o, in alcuni casi, abbia presentato domanda e sia in attesa di riconoscimento, deve presentare la richiesta agli Uffici Utenza Diversamente Abile – Assistenza Protesica della ASL.

L'esenzione ticket

Il riconoscimento di una invalidità garantisce il diritto all’esenzione per alcune o per tutte le prestazioni specialistiche Decreto ministeriale 1° febbraio 1991.

Le seguenti categorie sono esenti tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche:

Le seguenti categorie sono esenti per le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio ed altre prestazioni specialistiche correlate alla patologia invalidante:

Il diritto al lavoro per i disabili

Iscrizione al collocamento per disabili e categorie protette

Per iscriversi nell’elenco dei disabili e delle categorie protette occorre rivolgersi ai Centri per l’Impiego della Provincia di Roma. È necessario avere documento di riconoscimento e la documentazione che attesti l’invalidità o il diritto alla iscrizione delle categorie protette. Per avere esatte ed aggiornate informazioni sulla documentazione richiesta si consiglia di informarsi preventivamente presso il centro per l’impiego cui si intende recarsi per effettuare l’iscrizione.

Categorie ammesse al collocamento obbligatorio:

L’iscrizione al collocamento obbligatorio consente di:

Il contrassegno speciale di circolazione

Il contrassegno speciale consente:

Nelle zone con parcheggio a pagamento, nei casi in cui il parcheggio riservato sia occupato, è possibile sostare anche nei parcheggi delimitati dalle strisce blu senza limite di tempo e gratuitamente.

Il contrassegno viene rilasciato o per auto guidate da una persona con disabilità o per auto in cui è presente una persona con disabilità.

 Per i cittadini residenti nel Comune di Roma in possesso di contrassegno è consentito entrare nelle zone a traffico limitato (ZTL) previa comunicazione all’ATAC, dei numeri di targa utilizzati (massimo 3).

Le targhe rilevate al passaggio dei varchi, se autorizzate, vengono escluse automaticamente dal processo sanzionatorio

Modalità della richiesta

 Il modulo di richiesta, allegato al certificato medico uso contrassegno, rilasciato dalla Medicina Legale della ASL di residenza, va presentato negli uffici appositi del Comune di Fiumicino, dei Municipi di appartenenza,  o, per i residenti nel Comune di Roma, direttamente presso lo  Sportello al Pubblico di ATAC Spa o trasmesse ad Atac via posta o via fax al numero 06.4695.2087. 

 Il contrassegno provvisorio viene, di norma, rilasciato a vista. Entro 30 giorni l’ATAC (per i cittadini residenti nel Comune di Roma) provvederà ad inviare il contrassegno definitivo presso il domicilio del cittadino.

  Rinnovo contrassegno speciale di circolazione

 Se il precedente contrassegno aveva una validità di 5 anni, il rinnovo avviene con la presentazione del certificato del medico curante che confermi il persistere delle condizioni sanitarie che hanno dato luogo al rilascio.

Se il precedente contrassegno aveva una validità inferiore a 5 anni per rinnovarlo bisogna recarsi di nuovo dal medico legale della ASL per farsi rilasciare il certificato ad uso contrassegno ed inoltrare di nuovo la domanda.

Rilascio patenti speciali

Legge 5 febbraio 1992, n. 104 “Legge-quadro per l’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate.”

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

Dedicato a...